La grandezza e la bellezza della Commedia di Dante Alighieri

Commedia di Dante Alighieri
Tra le altre ricorrenze, sarà ricordato nel 2015, il 750 ° anniversario della Divina Commedia, di Dante Alighieri. Per Carlos Gatti, ci sono due caratteristiche principali di questo lavoro universale: da un lato, la grandezza del testo letterario, ottenuta grazie alla sua ricchezza poetica delle risorse e, dall’altro, e la bellezza, e per la profonda gioia spirituale che ancora fornisce ai lettori.

LA COMMEDIA

commedia
Lungo circa quattordici anni, in esilio e in condizioni di estremo disagio materiale e le sofferenze dello spirito, fino a pochi giorni prima della sua morte, Dante ha dato forma a un lavoro che è chiamato semplicemente Commedia. Se oggi conosciamo come la Divina Commedia è perché la tradizione ha aggiunto l’aggettivo con il quale ho voluto evidenziare il contenuto e il valore.
Perché Dante ha chiamato una Commedia? Lo stesso autore spiega in una lettera indirizzata a Cangrande della scala di Verona, una commedia inizia in una situazione difficile, dura, ma la loro roba finisce bene: passando da una situazione di infelicità per uno di felicità, a differenza di quanto accade nella tragedia, in cui il processo è l’opposto. In effetti, la Commedia di Dante è il viaggio che l’io dell’autore, diventa l’eroe della tua epos, fatto da una condizione negativa per la felicità somma, la contemplazione di Dio.
Commedia, pertanto, si riferisce a un processo, un viaggio, una trasformazione che porta dal disagio al benessere dell’esiguità del menesterosidad la grandezza della pienezza, della malattia alla salute. Questo è il motivo per cui Rollo May, il grande psicoterapeuta americano, è stato nella Commedia qualcosa di speciale. Egli dice: “Il viaggio di tormento e di esemplari di Dante subisce come uno dei migliori studi di caso che è la professione di psicoterapia; è la presentazione del mito radiante dei migliori metodi e le intenzioni della moderna terapia”. Maggio ha visto nell’iter che Dante si sviluppa con l’azienda di Virgilio, un processo di ritorno alla salute.

INFERNO

INFERNO

Per quanto riguarda la “grandezza”, il Dizionario della Reale Accademia spagnola, nella sua ventiduesima edizione, tra gli altri, registra i seguenti significati: “1. Eccessiva grandezza di qualcosa in relazione a un’altra cosa dello stesso tipo”. “2. Maestà e potenza.” “5. Estensione, dimensione, grandezza.” “6. Elevazione di spirito, eccellenza morale”.

Le precedenti quattro significati della parola sono applicabili a la Comedia di Dante, anche se alcuni più di altri. La Commedia non è solo grande per le sue dimensioni, dalla sua più di 14.000 versi endecasílabos renderla un’opera ben più vasta di quella Dell’Eneide, la grande epica di Virgilio, guida, insegnante e autore di Dante, e più di Odissea epica homérica che pone le basi nel mondo occidentale dell’epica modello, incentrata sull’idea di viaggio. La Commedia è grande anche per la loro imponenza e la loro forza poetica. Lei, in effetti, ha raggiunto il grande volo di creatività straordinaria parola poetica di Dante, adatto per i più temerari viaggio, quello che Ulisse non era in grado di eseguire. La parola poetica nella Commedia è sempre fresco e sorprendente.

Quando abbiamo letto la Commedia, possiamo vedere che non è esaurito, l’ingegno di Dante, che spesso ricorrono a episodi semplice o correnti della vita umana, della realtà animale, pianta, processi, eventi cosmici, o della tecnologia invenzioni del suo tempo per creare paragoni, similitudini o metafore che rivelano una vivida o suggerire la complessità della vita interiore, o le più alte aspirazioni dell’uomo che cerca la salvezza. E che la capacità di creare un’immagine rivelatrice o desveladoras, che allarga la sua poesia e rende visibile ciò che è che i singoli concetti non possono offrire, inoltre, si allarga lo spirito del lettore. Con la straordinaria musica del verso endecasílabo di Dante, carico di ritmi suggestivi, sono evidenziate le parole e le immagini che supportano la visione. Viviamo quindi un sollevamento dello spirito che ci conduce per eccellenza morale. La Commedia è una grande testimonianza della creatività per eccellenza, che agisce sui lettori grazie alla parola e a tutto il potenziale tiene come una questione di musicalità. Ci sono accenti creatori di ritmo, la rima, allitterazione, o la ripetizione dello stesso suono che mette in evidenza il contenuto del testo.